L’uso corretto degli integratori alimentari

Uno stile di vita sano, fondato su una dieta equilibrata e regolare attività fisica, è il presupposto imprescindibile per mantenersi in buona salute. In alcuni periodi tuttavia, può essere utile integrare l’alimentazione con vitamine, Sali minerali e altri nutrienti. Gli integratori alimentari, come suggerisce anche il nome, sono destinati a integrare la normale dieta per sopperire a deficit nutrizionali, prevenire alcune patologie e in generale a promuovere il benessere generale dell’organismo. Perché gli integratori siano realmente utili, è importante assumerli in modo consapevole.

Gli integratori sono una fonte concentrata di sostanze nutritive (vitamine, Sali minerali, aminoacidi, fibre, acidi grassi essenziali, probiotici, sirtuine) o sostanze con effetto fisiologico (es. estratti vegetali), e dal punto di vista legislativo sono considerati alimenti e non medicinali. In quanto tali, sono soggetti alle stesse norme che si applicano a questa macro-categoria. I produttori di integratori si collocano ai posti in Europa per un efficiente sistema di controllo della qualità e l’elevato standard produttivo.

Gli integratori si trovano nelle erboristerie, ma anche nelle farmacie e, sempre più spesso, nei supermercati, sotto forma di compresse, capsule, liquidi (in fiale), capsule in gel, barrette, tavolette, caramelle gommose, compresse effervescenti o polvere (in bustine). Gli integratori non possono essere considerati come sostituti di un’alimentazione varia ed equilibrata, ma sono un supporto valido e sicuro in caso di carenze alimentari, per prevenire lo stress ossidativo o per far fronte a un aumento del fabbisogno giornaliero che non si riesce a soddisfare attraverso il cibo. Può capitare ad esempio, di essere carenti di vitamina D o di ferro, vitamine importanti come rimedi naturali contro l’invecchiamento.

Negli integratori alimentari sono contenuti un’ampia varietà di sostanze nutritive o fisiologiche, come le vitamine (vitamina A, vitamina del gruppo B, vitamina C, vitamina D, vitamina E, vitamina K), Sali minerali (ferro, calcio, zinco, potassio, magnesio, rame, manganese, iodio, sodio, selenio, silicio, cromo, cloruro, boro e molibdeno), acidi grassi essenziali (Omega 3 e Omega 6), fibre, aminoacidi (leucina, cisteina, isoleucina, arginina, carnitina) prebiotici e probiotici, varie piante ed estratti, come l’Onochiolo (estratto dalla Magnolia), lo Pterostilbene e la Polidatina (estratti dalle radici del Polygonum Cuspidatum), utili per contrastare l’invecchiamento.

Gli integratori non si possono utilizzare in modo indiscriminato, ma è importante attenersi alle indicazioni riportate sull’etichetta, sia per quanto riguarda la modalità, sia la dose.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteVasche idromassaggio: tutti i benefici