La stampante è ormai uno strumento che in molti hanno in casa e che si rivela utilissimo in diverse occasioni. Al giorno d’oggi in commercio si trovano tantissimi modelli, dotati di funzioni davvero molto comode, a prezzi del tutto abbordabili ed è anche per questo che sono aumentate le persone che hanno una stampante in casa. Tuttavia, questi strumenti sono tanto utili quanto dispendiosi perché le cartucce hanno dei prezzi esagerati e non c’è niente da fare: prima o poi devono essere sostituite. Quando nella stampante termina l’inchiostro dobbiamo preoccuparci di acquistarne di nuove e a quel punto arriva la nota dolente. Con qualche semplice trucco però possiamo risparmiare moltissimo e oggi vi spiegheremo proprio come fare.

#1 Acquistare cartucce compatibili

Ormai lo sanno tutti: acquistare delle cartuccie per stampanti compatibili è la prima cosa da fare per risparmiare notevolmente. Se un tempo era difficile trovarne in commercio, oggi le cose sono cambiate ed è assolutamente facile trovare delle cartucce che siano compatibili e anche di ottima qualità. Naturalmente dobbiamo prestare attenzione ed evitare quelle eccessivamente economiche, perché se hanno un prezzo troppo basso significa che l’inchiostro è di pessima qualità. Oggi però possiamo trovare sia online che in negozio delle cartucce compatibili perfette, in grado di garantirci la massima qualità di stampa a prezzi decisamente meno proibitivi rispetto a quelle originali. Se ne trovano di adatte a qualsiasi modello e marca di stampante, quindi non ci sono grandi problemi e reperirle è davvero molto semplice.

#2 Il trucco del font

Qualche anno fa è stato condotto un esperimento che ha permesso di scoprire che se dobbiamo stampare un documento la scelta del font può fare una grande differenza anche sui consumi dell’inchiostro. Con questo piccolo accorgimento quindi possiamo risparmiare notevolmente e si tratta di un trucco molto semplice. Il font che più di altri ci permette di consumare meno inchiostro è il Garamond, ma oggi sono disponibili dei software che consentono di fare dei confronti e di capire quali siano i font migliori per risparmiare sulle cartucce. Sembra una cosa da poco, eppure sul lungo periodo questo semplicissimo accorgimento ci permette di consumare molto meno inchiostro quindi vale la pena sperimentarlo.

#3 Stampare solo gli elementi necessari

Spesso e volentieri capita di dover stampare un contenuto presente su una pagina web e in questi casi si rischia di consumare moltissimo inchiostro in modo del tutto inutile. Quando infatti facciamo partire la stampa di una pagina internet, vengono incorporati anche tutti gli elementi che non ci interessano come banner, pubblicità e via dicendo. Per ovviare a questo problema possiamo utilizzare un programma specifico: al giorno d’oggi ce ne sono moltissimi e sono davvero intuitivi. Usando un software di questo tipo possiamo stampare solo quello che ci interessa, eliminando tutti i banner e gli elementi inutili della pagina web che ci farebbero consumare moltissimo inchiostro. Anche in questo caso si tratta di un piccolo accorgimento che però può fare la differenza, specialmente per coloro che devono spesso stampare direttamente dal web.