Vacanza con il cane, alcuni consigli

Siete in vacanza e con voi c’è anche il vostro cane. Tuttavia questa è la prima volta che fate un viaggio con un animale e pertanto non sapete come comportarvi. Badare a un cane non è cosa da poco, ma neppure così difficile come in molti credono. Servono quindi attenzioni e cure, ovviamente anche tanto ma tanto amore. Niente di più, queste sono le nozioni che dovete sempre ricordare. Ma adesso passiamo ai consigli pratici, quelli che permettono al vostro amico a quattro zampe di passare una bella vacanza.

  • Evitare le ore di punta. Se con voi c’è un cane, allora non uscite durante le ore di punta. Il sole infatti è più forte e il calore per l’animale diventa insostenibile. Maglio più tardi o prima dell’orario. Quindi le ore da evitare sono in genere dalle 11:30 alle 16:30.
  • Acqua sempre con se. Come dobbiamo bere tanto noi, lo stesso vale anche per il cane! L’unica differenza infatti è che quest’ultimo dipende da voi. Quindi se dovete uscire per una passeggiata portatevi sempre dell’acqua per entrambi.
  • Gioco. Per una vacanza con il cane perfetta, dovete assolutamente avere con voi una pallina, questo almeno se l’animale è abituato a giocare con questo tipo di gioco. Nel 99% dei casi i cani amano le palline, ma va bene anche un legnetto o un qualunque altro gioco.
  • Oggetti indispensabili. Dovete sempre avere con voi tutti gli oggetti indispensabili. Quindi collare o pettorina, quest’ultima è meglio perché distribuisce bene la forza che esercita il cane quanto tira al guinzaglio. Museruola e libretto del cane. Ricordatevi anche le vaccinazioni.
  • Far socializzare il cane. Se possibile fate socializzare il vostro cane. Si perché anche loro necessitano di stare con altri animali della loro stessa specie. Se hanno modo di legare, la vacanza sarà più piacevole anche per loro.
  • Gioco dopo mangiato? Fate attenzione, il gioco dopo mangiato è Ecco perché dovete sempre far stare tranquillo il cane dopo che ha consumato il suo pasto. Questo è un consiglio da mettere in cima alla lista, dato che quando una persona è in vacanza tende a comportarsi diversamente da quando è a casa.